Crea sito

Protagonista di questo capitolo è l’autorità come arma di persuasione, ovvero, come elemento manipolatorio attraverso il quale “autorità” di ogni campo cercano di forzare il comportamento di altri esseri umani verso il conseguimento di scopi personali e/o del gruppo sociale di appartenenza.
Grazie al film Totòtruffa’62 è possibile far notare al lettore come la maggior parte dei principi di persuasione studiati dallo psicologo americano Robert Cialdini ed elencati nel best seller “Le armi della persuasione” erano ben noti a Totò il quale, a mio parere, è ancora oggi maestro e fonte di ispirazione di tanti truffatori in giro per il mondo. Lo scopo del sottoscritto è istruire il lettore affinché non cada facile preda di tanti manipolatori dell’occulto o, quantomeno possa ravvedersi dal rispondere automaticamente ed impulsivamente ai tanti, troppi stimoli che la società odierna ci presenta.

Nel capitolo vengono, inoltre, presentati i copioni di due famosi sketch: La fontana di Trevi e Il Vespasiano. A fianco delle battute più significative vengono evidenziati i principi di persuasione adottati e che, appoggiando il principio di persuasione dell’autorità, mostrano maggiore forza nella spinta all’azione automatica di acquiescenza.

TOTO'TRUFFA '62 - LA FONTANA DI TREVI

TOTO'TRUFFA '62 - IL VESPASIANO

Totòtruffa '62 - Trama

Antonio e Camillo sono due ex trasformisti che vivono organizzando piccole truffe e continui raggiri e spesso riescono a sfuggire alla legge grazie alla benevolenza del commissario Malvasia, ex compagno di scuola di Antonio.
Antonio impiega quasi tutti i suoi "guadagni" per pagare gli studi della figlia Diana che risiede in un importante collegio. La ragazza è all'oscuro della vera attività del padre, che le fa credere di essere invece un importante diplomatico sempre in giro per il mondo. 

Fra le varie scene dove vengono rappresentate le varie "truffe" organizzate dai due, la vendita della Fontana di Trevi a un credulone turista italo-americano, Decio Cavallo, che viene poi preso per folle e condotto al manicomio, è passata alla storia del cinema comico italiano. Tra le altre scene, da segnalare la finta installazione di un vespasiano vicino ad un ristorante, da parte dei due protagonisti camuffati da impiegati del Comune, che poi desistono con una lauta mazzetta.

leggi tutto (fonte: wikipedia)

Cialdini R., Le armi della persuasione, Giunti, Firenze 2005.

Perché una richiesta formulata in un certo modo viene respinta, mentre una richiesta identica, presentata in maniera leggermente diversa, ottiene il risultato voluto? Cialdini, segnando una vera e propria svolta nella psicologia sociale contemporanea, ha scoperto che alla base delle migliaia di tattiche usate quotidianamente dai persuasori ci sono sei schemi fondamentali: in questo libro ne rivela tutti i meccanismi di funzionamento.

I sei principi che compongono questa sorta di sistema persuasorio sono elementi ben conosciuti dell’universo psicosociale: la coerenza-impegno, la reciprocità, la riprova sociale (o imitazione), l’autorità, la simpatia, la scarsità (o timore di restare privi di qualcosa).

Ciascuno di questi principi, nelle sue molteplici incarnazioni teoriche e pratiche, rappresenta un fattore motivazionale molto importante, un elemento portante del comportamento individuale e sociale in ogni sfera della convivenza e dell’azione, un dato, quindi, di abitudine, consueto e rassicurante. Non meraviglia dunque che noi siamo sempre pronti ad accettare esempi o argomentazioni, situazioni anche nuove che si riferiscano ad uno di tali fattori.

Mucchi Faina A., L’influenza sociale, Il Mulino, Bologna 1996.

Nell'esperienza umana la dimensione dell'influenza sociale costituisce un ambito di primario e crescente rilievo (basti pensare allo straripante ruolo assunto dai mass media nella vita quotidiana delle società contemporanee). Il complesso sistema delle modalità con cui l'ambiente sociale esercita la propria influenza sull'individuo rappresenta dunque uno dei principali settori di competenza degli psicologi sociali, nonché di molteplici figure di professionisti e operatori interessati da vicino a un fenomeno di così vasta portata. Ad essi si propone il presente volume, che esamina quei processi di natura sociale che, in modi più o meno espliciti e diretti, giungono a modificare opinioni, scelte e comportamenti degli individui.